team
Ex Chitarrista

Hillel Slovak

Hillel Slovak nacque il 13 aprile del 1962 ad Haifa, Israele.

Emigrò con la sua famiglia a Los Angeles in California quando aveva cinque anni. Insieme ai suoi tre compagni di scuola della Fairfax High School (Anthony Kiedis, Flea e Jack Irons), nel 1983 diedero vita ai Red Hot Chili Peppers. In un’epoca in cui la maggior parte dei chitarristi mostravano la loro tecnica attraverso assoli molto tecnici, Slovak fu uno di quei pochi musicisti capace di saper amalgamare le sonorità punk della scena di Los Angeles di quegli anni, all’hard rock di musicisti come Jimi Hendrix, Led Zeppelin e Kiss, al funk, dando più risalto al “tocco” che alla tecnica.

Quando esplose il punk a Los Angeles con gruppi come Germs, Black Flag, X, Fear e Circle Jerks, Slovak si immerse completamente in questa nuova forma di espressione, insegnando a Flea (il bassista dei Red Hot Chili Peppers) a suonare il basso. Proprio in questo modo, provando con Flea composizioni in cui emergevano sonorità punk e funk, Anthony Kiedis utilizzava il rap come forma di espressione. Erano nati i Red Hot Chili Peppers (in origine Tony Flow and the Miraculously Majestic Masters of Mayhem). Proprio nel periodo in cui i Red Hot Chili Peppers iniziarono ad avere notevoli riscontri dal vivo a Los Angeles, Slovak iniziò ad assumere eroina insieme ad Anthony Kiedis.

Per il primo disco Slovak e Jack Irons lasciarono la band per dedicarsi alle registrazioni del loro progetto, i What Is This?; ma quando entrambi i dischi vennero rilasciati i due, prima Slovak nel 1985 e poi Irons nel 1987, ritornarono a ricoprire i loro ruoli nei Peppers. Proprio nel 1987 la band torna alla sua formazione originale in occasione delle session di The Uplift Mofo Party Plan. Il notevole impatto di questo album è dovuto alla miscela ancora più esplosiva rispetto agli album precedenti di sonorità punk e funk, creando un sound originale che avrebbe fatto scuola di lì a poco per le generazioni di musicisti a seguire. Purtroppo questo periodo di gloria dei Red Hot Chili Peppers finì il 25 giugno del 1988 quando Slovak morì per un overdose di eroina. Il corpo senza vita venne ritrovato due giorni dopo.

A Slovak vennero dedicate alcune composizioni successive dei Red Hot, come Knock Me Down e My Lovely Man.

Slovak è ritenuto uno dei principali ispiratori del crossover rock moderno.

Timeline

  • 1983

    Red Hot Chili Peppers

    Cambiano il nome della band in "Red Hot Chili Peppers"

  • 1980

    Tony Flow and the Miraculously Majestic Masters of Mayhem

    Forma la prima band "Tony Flow and the Miraculously Majestic Masters of Mayhem" insieme a Anthony Kiedis, Flea e Jack Irons.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com