Il frontman dei Red Hot Chili Peppers parla per la prima volta del nuovo album

Il frontman dei Red Hot Chili Peppers parla per la prima volta del nuovo album
Data:29 marzo 2016
by Luke

E’ vero, da un lato, che non è (quasi) mai successo che un artista abbia detto che i brani del proprio prossimo album siano così così, ma l’entusiasmo lasciato trasparire da Anthony Kiedis relativamente al materiale che andrà a comporre l’ideale seguito di “I’m with you” del 2011 dovrebbe galvanizzare i fan dell’ormai storico quartetto losangelino: secondo il frontman dei Red Hot Chili Peppers, infatti, le canzoni che finiranno nella tracklist del nuovo album disco sono “le migliori” che il suo gruppo abbia mai scritto.

La gioiosa ammissione, il cantante, l’ha consegnata ai cronisti dell’edizione statunitense di Rolling Stone, per presentare la breve esibizione in acustico che il gruppo di “Blood sugar sex magik” terrà oggi, sabato 17 ottobre, al conservatorio di Silverlake, per aprire una serata che avrà il suo culmine con un set di John Legend:

“La tortura, nel fare questo show, sarà che abbiamo passato l’ultimo anno a scrivere musica, e abbiamo scritto canzoni che penso siano le migliori che abbiamo mai scritto. Muoriamo dalla voglia di suonarle, ma non possiamo, perché sappiamo che ormai chiunque, là fuori, gira con un cellulare con un registratore”

Kiedis ha confermato Danger Mouse nel ruolo di produttore:

“Lui è molto bravo nell’uscirsene con queste idee super moderne, ma ha anche un grande gusto per le chitarre acustiche, ed è capace di denudare le canzoni fino all’essenziale”

Le ultime dichiarazioni in merito al nuovo album dei Red Hot Chili Peppers risalgono alla scorso mese di dicembre, quando il batterista della formazione Chad Smith, in una chat coi fan organizzata su Twitter, spiegò di aver adottato insieme alla band “modalità di produzione” mai tentate prima:

“Stiamo cercando di esplorare nuovi territori, trovare qualcosa di inedito con un approccio diverso. Abbiamo già registrato alcune canzoni, altre le registreremo il prossimo anno”

In studio, sempre secondo quanto dichiarato da Smith, al quartetto potrebbe essersi aggiunto Mauro Refosco, già ospite dal vivo e per le session di “I’m with you” nonché “collega” di Flea negli Atoms for Peace di Thom Yorke.

Fonte: http://www.rockol.it/

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com