In tanti si chiedono perché la band non abbia pensato a una formazione con due chitarristi

In tanti si chiedono perché la band non abbia pensato a una formazione con due chitarristi
Data:7 Marzo 2020
by Luke

Dopo dieci anni, John Frusciante è tornato a far parte dei Red Hot Chili Peppers e di questo tutti i fan sono felici. A far le spese di questo grande ritorno, però, è stato Josh Klinghoffer, un ottimo chitarrista che negli ultimi anni ha fatto la sua parte nei RHCP in modo impeccabile, cercando sempre di dare il massimo.

Com’è noto, la band ha comunicato a Josh la decisione all’improvviso, di fatto licenziandolo da un giorno all’altro. Lui, però, non se l’è presa e con grande eleganza ha evitato qualsiasi tipo di polemica, spiegando che, in fondo, un po’ si aspettava che prima o poi sarebbe successo. Di fronte a questa situazione, in tanti hanno pensato: ma perché i Red Hot non tengono entrambi i chitarristi? La domanda è più che lecita, considerando che tantissime band hanno due chitarristi. Molti fan pensano che avere nella formazione sia Josh che John rappresenterebbe un valore aggiunto per il gruppo.

Tuttavia la questione non è così semplice: tenere entrambi nella band, infatti, vorrebbe dire che uno dei due dovrebbe diventare un chitarrista ritmico per lasciare all’altro il ruolo di solista. E, com’è facile immaginare, difficilmente uno dei due accetterebbe di cambiare ruolo e, forse, non sarebbe neanche giusto chiederglielo. Di questo argomento si sta discutendo animatamente sui social. A un fan che chiedeva a gran voce di avere entrambi i chitarristi, un altro ha così risposto: «Sarebbe un errore madornale delegare il signor Klinghoffer alla chitarra ritmica con Frusciante nel gruppo – si legge nel tweet – sarebbe un’offesa nei confronti di entrambi e delle loro capacità. Inoltre, Josh ha altre cose che vuole esplorare con la sua band. Ovviamente, questa è solo la mia umile opinione».

Questo fan ha espresso perfettamente il concetto e, a quanto pare, anche Flea la pensa così: il bassista, infatti, ha messo il like a questo tweet, dimostrando quindi di condividere il pensiero del fan. In un’intervista per SiriusXM, a Josh Klinghoffer è stato chiesto un parere sulla questione: «Avrei voluto fare una battuta sui calzini che vanno appaiati – ha detto – ma invece vi dico che questa è una domanda che dovreste fare ai Red Hot Chili Peppers. Poiché non mi è stata mai proposta una cosa del genere, né mi è stata data la possibilità di un’eventuale scelta, è evidente che questa domanda dovreste rivolgerla a loro».

«Penso che le cose non sarebbero semplici in una situazione del genere – ha continuato, riferendosi all’ipotesi dei due chitarristi – e penso anche che la band abbia sempre avuto una suddivisione equa per quanto riguarda gli strumentiPenso sia molto bilanciata così com’èper questo credo che mi innervosirei parecchio se in quella ipotetica situazione non fosse più così». Lo stesso Josh, dunque, pensa che le cose vadano bene così come sono e che la decisione presa sia quella giusta, ma per lui non dipende tanto dall’eventuale cambio di ruolo, quanto dal rischio di far venir meno quell’equilibrio che la band ha sempre avuto a livello musicale proprio con questo tipo di formazione. A questo punto, insomma, non c’è davvero altro da dire.

Fonte: https://www.virginradio.it/

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com